Customize

The Green Brief #35 (July 21) in Italian: Bollettino Verde nr. 35 del 21 luglio 2009

Discussion in 'Green Brief' started by Esk@nd@r, Jul 22, 2009.

  1. Bollettino Verde nr. 35 del 21 luglio 2009

    (Traduzione italiana di The Green Brief #35 by NiteOwl AKA Josh Shahryar - twitter.com/iran_translator on twitter.
    La versione originale puo’ essere letta cliccando sul seguente link: http://iran.whyweprotest.net/green-brief/17787-green-brief-35-july-21-a.html )

    Mi chiamo NiteOwl ALIAS Josh Shahryar - twitter.com / iran_translator su Twitter. Sono un giornalista e attivista per i diritti umani NON iraniano. Questa è un elenco di notizie provenienti dall'Iran che ho raccolto attraverso Twitter iraniano e sui siti che sono stati pubblicizzati su Twitter. Ricordate, questo è tutto da tweets. (Il mio lavoro è rilasciato sotto Creative Commons (CC).)

    Questi sono gli eventi più importanti di martedì 21 luglio 2009 che posso confermare. (Scusate per il ritardo di oggi: il lunedì e il martedì faccio baby-sitting e il bambino oggi ha richiesto maggiore attenzione.)



    Manifestazioni ed altre proteste

    1. Migliaia di persone si sono radunate a Teheran e dintorni, per commemorare la morte di diversi manifestanti uccisi un mese fa. E 'stato anche l'anniversario della rivolta del Dr. Mohammad Mossadegh contro l'ex Shah più di mezzo secolo fa. La protesta di oggi è stata organizzata dal popolo senza il supporto di alcuno dei leader riformisti.

    2. Gruppi di manifestanti si sono diretti verso Piazza 7 Tir a Teheran scandendo slogan anti-governativi. I manifestanti indossavano fasce alla testa e bracciali verdi. La folla si è riunita a Piazza Vanak, Piazza Valiasr e nelle zone adiacenti.

    3. Il numero di donne presenti è risultato superiore a quello degli uomini in molte aree della protesta.
    Anche se l’entità della partecipazione è difficile da valutare, la maggior parte delle fonti stima il numero di manifestanti in circa 15.000. Gli slogan di oggi includevano lodi per l'ex Presidente Mohammad Mossadegh rovesciato da un golpe orchestrato dalla CIA nel 1953.

    4. Migliaia di membri delle forze di sicurezza armati di fucili, manganelli e gas lacrimogeni si sono raccolti in molte parti della città. La loro presenza si è in gran parte concentrata a 7 Tir Square. Molte segnalazioni parzialmente confermate hanno indicato la presenza di arabi non iraniani tra le fila delle forze di sicurezza in abiti civili raccolte a 7 Tir Square.

    5. La polizia ha attaccato brutalmente i manifestanti per disperdere la folla che continuava a crescere. Elicotteri hanno sorvolato in centro di Teheran. Ancora una volta, il personale della TV di stato IRIB era appostato sugli edifici per scattare fotografie e riprendere video dei manifestanti per conto delle forze di sicurezza. La polizia ha inoltre circondato il palazzo di IRIB per proteggerlo dai i manifestanti. I manifestanti si sono poi dretti verso l’IRIB ma non sono stati segnalati scontri.

    6. Le donne hanno ancora una volta ricevuto la maggior parte delle percosse in quanto non erano abbastanza veloci per sfuggire agli attacchi da forze di sicurezza. Molte sono state bastonate con accanimento. L'uso di gas lacrimogeni è stato confermato, in particolare a 7 Tir Square. Dato che la maggior parte dei negozi in giro per la città erano già chiusi, i manifestanti non avevano alcun posto in cui a rifugiarsi. Scontri sono stati segnalati anche a Piazza Baharestan. Anche se è stato confermato che sono stati uditi colpi di arma da fuoco in diversi settori di Teheran, non ci sono conferme di manifestanti morti o feriti.

    7. Una nota più leggera: molti testimoni oculari hanno riferito che alcuni membri delle forze di sicurezza avrebbero smesso di inseguire i manifestanti e iniziato a imprecare verso i propri superiori. Molti si lamentavano della fatica e sono stati uditi dire ansimando ai manifestanti: "scappa e lasciaci perdere".

    8. Notizie confermano che anche nelle città di Oroumieh e Shiraz ci sono state proteste. Piccole poteste sarebbero avvenute a Tabriz, ma non sono state confermate. Il servizio di telefonia cellulare è stato interrotto in tutto il centro di Teheran.

    9. Ad Oroumieh, centinaia di persone hanno marciato pacificamente, ma sono state attaccate dalle forze di sicurezza che hanno cercato di disperderle. Notizie parzialmente confermate indicano che sono stati sparati colpi di arma da fuoco verso i manifestanti. Non è noto se ci siano stati morti o feriti.

    10. Centinaia di persone hanno marciato attraverso Chamran Blvd. e Saadi Street a Shiraz, prima di essere attaccate dalle forze di sicurezza. I manifestanti sono stati picchiati duramente con i manganelli. La presenza delle forze di sicurezza era così massiccia che molti sostengono superasse il numero dei manifestanti. Le persone hanno scandito: "Vogliamo la carne di capra - NON una capra presidente!"

    11. I cittadini iraniani hanno di nuovo usato i blackout elettrici come mezzo per dimostrare il loro scontento. E 'stato riferito che in molte parti di Teheran, così come in alcune aree di Karaj e Qazvin si sono verificate interruzioni dell’energia elettrica. Sembra che la televisione iraniana non abbia mostrato come al solito l’orologio con l’ora esatta per confondere le persone che avrebbero voluto utilizzarlo per sincronizzare il loro uso eccessivo di energia elettrica.

    12. Due membri delle proteste degli studenti a Teheran nel 1999 - Hasan Ahmad Tabatabie e Zareh Ardsher - hanno annunciato la loro partecipazione al prossimo sciopero della fame che si terrà dal 22 al 25 luglio di fronte al palazzo delle Nazioni Unite a New York.
    Anche Sean Penn – attore, regista e Premio Oscar - ha annunciato il suo sostegno allo sciopero della fame.

    13. Settantadue ex prigionieri politici iraniani hanno annunciato che terranno uno sciopero della fame a Berlino in solidarietà con il popolo iraniano. La sciopero della fame si svolgerà il 24 e 25 luglio.

    14. I sostenitori di Mehdi Karroubi stanno organizzando una protesta che si terrà il 2 agosto - il giorno dell’insediamento a Presidente di Mahmoud Ahmadinejad. Il luogo non è ancora stato comunicato.


    L’opposizione

    15. La notte scorsa, Sayed Mohammad Khatami si è incontrato con le famiglie di due prigionieri politici, Hossein Tajik e Hamza Ghaleb. Entrambi lavorano nel comitato elettorale di Mousavi.
    Il sito web di Rafsanjani ha pubblicato una pagina di sue memorie sulla lotta contro lo Scià durante la Rivoluzione. La pagina sottolinea che ogni generazione deve affrontare delle sfide e che la paura non ha mai impedito alle generazioni di lottare per i propri diritti. Molti interpretano questo documento come un messaggio diretto a Khamenei.

    16. L’ex Ministro della Salute, Iraj Fazel, ha criticato il governo per la repressione dei manifestanti pacifici e ha chiesto di porre immediatamente fine alla violenza. Egli ha affermato, "il popolo iraniano non si è rivoltato contro lo Scià per vedere il sangue dei nostri giovani versato dalla rivoluzione".

    17. Dopo l'incontro dei riformisti avvenuto ieri nella Provincia dell’Azerbaigian Orientale, i riformisti della Provincia di Fars hanno tenuto una riunione oggi a Shiraz e hanno dichiarato il loro sostegno a Mousavi e chiesto l'annullamento delle elezioni.


    Governo e situazione internazionale

    18. Continua la scontro all'interno del governo iraniano per la nomina a vice presidente di Asfandyar Rahim Mashaie da parte di Ahmadinejad. Notizie indicano oggi che Ahmadinejad continua a sostenere la sua scelta. Uno dei suoi aiutanti, Mojtaba Hashemi Samara, sembra abbia detto oggi: "Ahmadinejad non riconsidererà la nomina, è definitiva."

    19. Il continuare del sostegno di Ahmadinejad a Mashaie è stato oggi attaccato anche da Khamenei. Sayed Mohammad Hassan Abotorabifard ha dichiarato alla ISNA (Iranian Student News Agency) che Khamenei, la maggioranza dei membri del Parlamento, e il popolo iraniano vuole che Massaie si dimetta o che Ahmadinejad lo romuova. Abotorabifard, un deputato di Qazvin, ha dichiarato che Khamenei aveva inviato una lettera ufficiale ad Ahmadinejad contro la nomina di Mashaie.

    20. Aggiungendo un ulteriore “pizzico di ironia” alla sua pretesa di "buon governo", Ahmadinejad ha nominato un suo genero, Mehdi Khorshidi, a direttore della Segretaria Presidenziale, e il marito di sua cognata a capo della più grande organizzazione giovanile iraniana.

    21. Il capo della polizia iraniana, Esmail Ahmadi-Moghaddam, ha accusato l'opposizione di "incitamento sedizione" e ha annunciato che la "polizia iraniana schiaccerà chiunque crei tensioni in Iran." Il capo del sistema giudiziario iraniano ha annunciato che, contrariamente alle notizie diffuse, non sarebbe intenzionato a introdurre uno statuto che gli avvocati avevano bollato come "limitante la loro libertà di praticare la professione".

    22. Il Ministro degli Esteri russo ha dichiarato: "In Iran solo un piccolo numero di persone ha scandito slogan contro la Russia durante le proteste ". Nel frattempo l'ambasciatore iraniano in Russia ha dichiarato che gli "aerei russi sono molto più sicuri degli Airbus."

    23. Thaddeus McCotter - membro del Congresso USA - ha tenuto oggi un discorso alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. McCotter ha criticato il governo iraniano e ha parlato dello stupro e omicidio di Taraneh Mousavi. Ecco un link al video del suo intervento:

    CONTINUA -->
  2. <-- CONTINUA DAL POST PRECEDENTE

    Arresti, rilasci e uccisioni

    24. Notizie indicano che circa trenta persone sono state arrestate durante le proteste di oggi. Nessuna uccisione è stata al momento confermata.

    25. Mohammad Ali Dadkhah - avvocato iraniano e attivista per i diritti umani detenuto in seguito alle proteste - è stato accusato di possesso illegale di armi da fuoco e di oppio.
    Mohammad Ali Abtahi è anche stato accusato di possesso illegale di armi. Un blogger iraniano è riuscito a ottenere le immagini del 'armi' scoperte in casa di Abtahi (cliccare sul link per accedere all’ironica galleria di immagini): تصاوير سلاح‏هاي كشف شده در منزل محمدعلي ابطحي � اولين وبلاگ مستقل پس از صدر اسلام

    26. E’ stato confermato che shapur Kazemi - il cognato di Mir Hossein Mousavi - è detenuto in carcere da un mese. Le notizie indicano anche che, nel corso degli ultimi giorni, almeno sei riformisti di spicco sono stati arrestati a Mahabad.


    Media

    27. Il quotidiano conservatore Keyhan ha respinto l'appello di Khatami per un "referendum" e lo ha bollato come simile alle proposte da Michael Ledeen., dell’American Enterprise Institute, che nel 2003 chiesto il rovesciamento militare del regime iraniano.
    Javad Shamaqdari di Press TV, emittente di stato in lingua inglese, ha oggi affermato che l’IRIB (TV di stato) dovrebbe concedere ad Ahamdinejad più spazio in TV.

    Varie


    28. Paula Slater ha scolpito un busto che ritrae Neda Aga-Soltan e sarà presentato in occasione di una manifestazione per sostenere l'Iran il 25 luglio. La manifestazione si svolgerà di fronte al municipio di San Francisco. Una foto della scultura: Death of Neda

    29. Piazzale Michelangelo - una delle piazze principali di Firenze – si è tinta oggi di verde insieme al Palazzo Comunale in sostegno al Movimento dell’Onda Verde in Iran. Video:

    *Se si è interessati a ripubblicare il Bollettino Verde, per cortesia visitare questa pagina (in inglese): For Bloggers, News Sites and Forum who want to republish the Green Brief Plesae Read! - Why We Protest - IRAN

    ** Per le emittenti radiofoniche: Green Brief Pronounciation Guide - Why We Protest - IRAN

    *** Un elenco di tutti i Bollettini Verdi (Green Brief) The Green Briefs

    **** Grazie di cuore a Sahar Joon per avermi aiutato nella correzione di bozza e per i suggerimenti davvero preziosi. Inoltre, un grande ringraziamento a tutti i traduttori che dedicano il loro prezioso tempo per consentire la lettura di questo documento al più alto numero di persone possibile.



    In seguito alcuni consigli su come aiutare o se avete bisogno di aiuto!

    Aiutanti:

    A. potete ‘ritweettare’ e diffondere questo link per aiutare gli altri a sapere che cosa sta accadendo in Iran
    Nota per l’Italia: sarebbe molto utile diffonderlo il più possibile presso riviste on line, redazioni di giornali, tv, radio ed altri media, bloggers, esponenti politici, ecc…

    B. Per discussioni / annotazioni su questo Bollettino Verde (in inglese): http://aic.openmsl.net/wiki/index.php/Green_Brief_35

    C. Il governo in Iran è in continua crescita di filtraggio e di strozzamento Internet nel tentativo di ridurre al silenzio le loro persone. Anonimo info mostra che molti in Iran sono in cerca di proxy e Tor informazioni a Teheran e in tutto il paese. Si prega di donare la vostra larghezza di banda per contribuire a far scendere il sipario e l'Iran. Qui ci sono i link su come aiutare e ricevere aiuto su questo:

    Italiano:
    Tor: panoramica



    English:

    http://torir.org[/url]
    Tor Browser Bundle

    Tor Browser Bundle

    Tor and the Iranian Election - Bring down the Iran Curtain | Ian's Brain


    Farsi:

    Tor Browser Bundle

    Tor: آنلاين Tor


    Qui potete trovare i torrent dei video
    Gonzo Times � Torrents List (82 videos)

Share This Page

Customize Theme Colors

Close

Choose a color via Color picker or click the predefined style names!

Primary Color :

Secondary Color :
Predefined Skins