Customize

The Green Brief #32 (July 18) in Italian

Discussion in 'Green Brief' started by Esk@nd@r, Jul 19, 2009.

  1. Bollettino Verde nr. 32 del 18 luglio 2009

    (Traduzione italiana di The Green Brief #32 by NiteOwl AKA Josh Shahryar - twitter.com/iran_translator on twitter.
    La versione originale puo’ essere letta cliccando sul seguente link: http://iran.whyweprotest.net/green-brief/16064-green-brief-32-july-18-a.html )

    Mi chiamo NiteOwl ALIAS Josh Shahryar - twitter.com / iran_translator su Twitter - e sono stato immerso nei tweets dall'Iran nelle ultime ore. Ho cercato di essere molto attento nella scelta delle mie fonti su Tweeter. Quello che ho sintetizzato qui sotto è ciò che posso confermare tramite le fonti Twitter che ho ritenuto affidabili. Ricordate: questo lavoro è tratto tutto da tweets. (Il mio lavoro è rilasciato sotto Creative Commons (CC). Quindi si può utilizzare liberamente e postare dove si desidera includendo, per cortesia, il link alla versione originale e la presente dichiarazione)

    Questi sono gli eventi più importanti di sabato 18 luglio 2009 che posso confermare.
    (Un elenco di tutti i Bollettini Verdi o Green Brief è all’indirizzo: The Green Briefs )


    Manifestazioni ed altre proteste

    1. Un evento dal titolo "Giornata d’azione globale" per i diritti umani in Iran è stato organizzato da attivisti di tutto il mondo. L’evento avrà luogo il 25 luglio in tutto il mondo, in almeno 50 città. I manifestanti chiederanno al governo iraniano di liberare di tutti gli iraniani arrestati e di fermare la repressione del popolo iraniano. Per saperne di più: http://united4iran.org/

    2. Nuove notizie delle proteste di ieri confermano che numerose bandiere russe sono state date alle fiamme in Iran - un chiaro segno dell’indignazione per il proseguimento del sostegno della Russia al regime iraniano.

    3. I giovani in Iran hanno adottato una nuova forma d’azione per dimostrare il loro scontento. Ogni notte formano piccoli gruppi e camminano in piccole strade e vicoli scandendo slogan contro il regime e a sostegno di Mir Hossein Mousavi.


    L’opposizione

    4. Il giornale Etemaade Melli ha riferito che il Ministro delle Informazioni, Gholamhossein Mohseni Ejaie, ha tenuto una riunione con Sayed Mohammad Khatami. È importante notare che Ejaie è diffusamente ritenuto il “capo dei servizi segreti” iraniani. Non è ancora chiaro quale sia stato l’oggetto della discussione.

    5. In una dichiarazione rilasciata oggi, Sayed Mohammad Khatami ha affermato che non ha potuto unirsi alla Preghiera del Venerdì, perché "ero a Qom in incontri con eminenti religiosi." Dall'inizio dei disordini post-elettorali, numerosi leader dell’opposizione si sono recati a Qom per incontri con gli Ayatollah. Molti Ayatollah hanno finora assicurato la loro sostegno alla causa dei manifestanti.

    6. In un'intervista rilasciata oggi ad ILNA, Emad Afroogh - un politico iraniano conservatore ed ex membro del parlamento iraniano - ha criticato il governo per la censura imposta ai media. Egli ha approvato il discorso di Rafsanjani alla Preghiera del Venerdì, ed ha sottolineato come Rafsanjani abbia indicato le misure necessarie per ristabilire la calma in Iran. Egli ha detto che "l'Iran non è la Cina e che il governo non deve preoccuparsi di una rivoluzione di velluto". Egli ha inoltre chiesto al governo di perseguire ogni organo d’informazione che abbia mentito riguardo alle richieste del popolo e ai disordini post-elettorali.

    7. Shirin Ebadi - premio Nobel per la pace e attivista per i diritti umani – ha dichiato oggi: "Se il governo non cambia atteggiamento e inizia ad agire razionalmente, le proteste continueranno". Ebadi ha inoltre invitato ieri la Contea di Los Angeles a non firmare un contratto di fornitura con Siemens in risposta al suo coinvolgimento nella censura in Iran.


    Governo e situazione internazionale

    8. L’Ayatollah Mohammad Yazdi - un membro del Consiglio dei Guardiani - ha fortemente criticato il sermone del venerdì di Rafsanjani. Egli ha affermato che "un governo non trae legittimità dal popolo, ma dal sostegno di Dio". Yazdi ha affermato che Rafsanjani non aveva "alcuna ragione" per chiedere la liberazione dei detenuti. Egli ha sottolineato che il Profeta Maometto ha anche ordinato la distruzione delle moschee costruite dai Monafiqeen (persone che sostenevano di essere musulmani per creare divisioni tra le comunità islamiche).

    9. Molti ‘falchi’ conservatori - compresi Ahmad Khatami e il quotidiano Keyhan (considerato la voce di Khamenei) - hanno criticato la nomina di Rahim Mashaie a Vice President dell’Iran. Hanno chiesto a Mahmoud Ahmadinejad di rivedere la sua decisione perché Mashaie "non è adatto" alla posizione. In passato Mashaie è stato attaccato dai conservatori per aver detto che "Il popolo iraniano era amico del popolo d'Israele".

    10. Alcune notizie indicano che il governo iraniano ha un piano per eliminare sistematicamente tutti i professori "pro-Mousavi" e "anti-Ahmadinejad" dalle università iraniane. Le prime vittime di questa politica – il Dott. Fatimeh Rakeie e il Dott. Abdollah Naseri dell’Università Az-Zahra di Teheran - sono stati costretti a dimettersi. Molti docenti dell’Az-Zahra hanno recentemente aderito al movimento di Mousavi. Il "piano" comprende anche i dipendenti pubblici di vari ministeri. Il Ministero degli Affari Esteri ha creato una lista di 200 nomi, che devono essere ‘epurati’ dal ministero.

    11. Il Consiglio dei Guardiani ha pubblicato una dettagliata relazione sugli eventi elettorali e post-elettorali. La relazione afferma la legittimità e la correttezza delle elezioni, e rileva che tutti i reclami presentati contro le elezioni sono stati analizzati e ritenuti infondati. La relazione dettagliata è stata pubblicata da Parleman News e può essere trovata al link: پارلمان نیوز : گزارش تفصیلی شورای نگهبان پیرامون دهمین دوره انتخابات ریاست جمهوری منشر شد

    Arresti, rilasci e uccisioni

    12. Il Dott. Hasan Shiekhabadi, un attivista politico e giornalista, è stato arrestato ieri a Mahabad nella Provincia dell’Azerbaigian occidentale. Hossein Mousavi (da non confondere con Mir Hossein Mousavi) e altri membri del Fronte della Partecipazione sono stati arrestati appena prima della Preghiera del Venerdì. Tre membri sono stati poi liberati, ma Mousavi Hossein e molti altri sono ancora detenuti.

    13. E’ stato confermato che un altro manifestante detenuto, Muhammad Kamrani di 18 anni, è morto dopo essere stato duramente torturato dalle forze di sicurezza del regime. Secondo le fonti, Kamrani è morto giovedì dopo essere stato in carcere per più di una settimana. Evidentemente egli è stato torturato così pesantemente che il suo trasferimento in un ospedale si è rivelato inutile. I rapporti indicano che, anche se Kamrani non ha mai riacquistato coscienza dopo il suo trasferimento, egli era ancora tenuto legato al suo letto d'ospedale.

    14. In un'intervista pubblicata dal Javan Daily, il Ministro delle Informazioni ha dichiarato che molte persone responsabili del funzionamento e la manutenzione dei siti web Ayandeh e Jomhooriyat sono state arrestate. Egli ha affermato che "queste persone stavano lavorando per danneggiare la Repubblica islamica” e che “il governo impedirà a chiunque di creare tensioni in Iran."

    15. Amnesty International ha pubblcato una dichiarazione in cui chiede l'immediato rilascio di Shadi Sadr - femminista iraniana, avvocata e giornalista - arrestata ieri. Le forze di sicurezza hanno inoltre fatto irruzione nella sua casa e confiscato il suo computer, documenti e molti dei suoi effetti personali.


    CONTINUA -->
  2. <-- CONTINUA DAL POST PRECEDENTE

    Varie

    16. Il Consiglio comunale di Teheran ha annunciato che farà pulire la Torre Azadi. Un’icona nella città, costruita 38 anni fa, la Torre Azadi sorge nell’omonima piazza teatro di molte delle proteste. La pulizia sarebbe stata decisa a causa dell’enorme numero di slogan anti-governativi e pro-riforma scritti ovunque sulla bianca torre.

    17. Le vendite di Nokia stanno subendo duri colpi a Teheran da quando i membri del movimento dell’Onda Verde hanno iniziato una campagna attiva per espellere dal paese la società finlandese produttrice di telefoni cellulari. Secondo alcune fonti, il movimento ha organizzato una campagna per boicottare l'acquisto di telefoni cellulari Nokia ed eliminare quelli già in uso. Campagne simili sono in corso in tutto il mondo. Notizie di ieri indicano che la Contea di Los Angeles potrebbe non concedere un contratto di fornitura a Siemens - un'altra società coinvolta insieme a Nokia nella vendita di apparecchiature di sorveglianza al governo iraniano – a causa della rabbia suscitata per il suo ruolo nel fornire al regime iraniano la capacità di rintracciare i dissidenti.

    * Grazie di cuore a Sahar Joon per avermi aiutato nella correzione di bozza e per i suggerimenti davvero preziosi. Inoltre, un grande ringraziamento a tutti i traduttori che dedicano il loro prezioso tempo per consentire la lettura di questo documento al più alto numero di persone possibile.

    Ascolta: Radio Onda Verde / / Playlist -> http://ow.ly/hCcZ / / People -> Radionomy - Sea of Green radio ICECAST COMING SOON / / The Big Board: Radio Index - GreenCandle


    In seguito alcuni consigli su come aiutare o se avete bisogno di aiuto!

    Aiutanti:

    A. potete ‘ritweettare’ e diffondere questo link per aiutare gli altri a sapere che cosa sta accadendo in Iran (nota per l’Italia: sarebbe molto utile diffonderlo il più possibile presso riviste on line, redazioni di giornali, tv, radio ed altri media, bloggers, esponenti politici, ecc…)

    B: Se volete dare una mano con la compilazione di tutte le notizie provenienti dall'Iran in un contesto geo-referenziato, si prega di fare richiesta di sub-editor a #iran.aic - WebIRC - AnonNet - Visitate il sito web del progetto all'indirizzo: Iran Map | Iran Map o inviatemi un email all'indirizzo dbosca@gmail.com.


    C. Il governo in Iran continua ad aumentare la censura e a rallentare Internet nel tentativo di ridurre al silenzio le persone. Anonymous info mostra che molti in Iran, a Teheran e in tutto il paese, sono in cerca di informazioni su proxy e Tor. Si prega di donare la propria larghezza di banda per contribuire a fermare i tentativi di imporre una cortina sull'Iran.
    Qui ci sono i link su come aiutare e ricevere aiuto su questo tema:

    Italiano:
    Tor: panoramica

    English:

    Tor Browser Bundle

    Tor Browser Bundle

    Tor Browser Bundle

    Tor and the Iranian Election - Bring down the Iran Curtain | Ian's Brain


    Farsi:

    Tor Browser Bundle

    Tor: آنلاين Tor

    Qui potete trovare i torrent dei video
    Gonzo Times � Torrents List (82 videos)

Share This Page

Customize Theme Colors

Close

Choose a color via Color picker or click the predefined style names!

Primary Color :

Secondary Color :
Predefined Skins