Customize

The Green Brief #27 (in Italian)

Discussion in 'Green Brief' started by Esk@nd@r, Jul 14, 2009.

  1. Bollettino Verde Nr. 27 del 13 Luglio 2009

    (Traduzione italiana di The Green Brief #27 by NiteOwl AKA Josh Shahryar - twitter.com/iran_translator on twitter.
    La versione originale puo’ essere letta cliccando sul seguente link: http://iran.whyweprotest.net/green-brief/13123-green-brief-27-july-13-a.html)



    Manifestazioni ed altre proteste

    1. Docenti universitari, medici e dentisti della Teheran Medical University hanno organizzato una manifestazione all’ospedale Shariati per protestare contro gli arresti di politici ed attivisti politici.

    2. La provincia del Kordestan e molte altre zone curde nel nord-ovest dell’Iran oggi sono scese in sciopero. Lo sciopero si è tenuto in memoria di un attivista politico curdo, il Dott. Abdorrahman Ghasimlo, e per protestare contro le elezioni. Tutti i negozi sono stati chiusi a Saqez, Mahabad, Bokan, Sardasht e in alcuni quartieri di Urumieh. Lo sciopero generale è stato così diffuso a Saqez che anche nelle zone rurali attorno alla città tutti i negozi hanno chiuso in segno di solidarietà. I trasporti sono stati completamente bloccati. Nessun taxi è stato in servizio nelle strade di Saqez.

    3. Questa sera, gli abitanti della zona di Apadana a Teheran hanno acceso numerose candele per commemorare la morte di Sohrab A'rabi. Le persone hanno cantato “Sohrab è vivo, l'autorità religiosa è morta!"


    L’opposizione

    4. Shirin Ebadi - attivista per i diritti umani e Premio Nobel per la Pace 2002 - ha invitato la Germania a chiedere chiarimenti ai dirigenti di Nokia e Siemens circa la vendita al governo iraniano di apparecchiature di sorveglianza. Nokia due settimane fa ha ammesso la vendita di apparecchiature di sorveglianza telefonica al governo iraniano.

    5. E’ stato confermato che Mir Hossein Mousavi, Mehdi Karroubi e Mohammad Khatami saranno presenti alla prossima Preghiera del Venerdì che sarà guidata da Hashemi Rafsanjani. Nelle ultime tre settimane Rafsanjani non ha guidato a Teheran la Preghiera del Venerdì malgrado sia uno dei quattro imam della moschea che di solito lo fanno a turno. Ci sono notizie, ancora non confermate, che il movimento del “mare verde” potrebbe sfruttare l'occasione per condurre proteste.


    Governo e situazione internazionale

    6. Domani ci sara’ un’altra protesta di fronte all’Ambasciata tedesca a Teheran. Secondo alcune fonti, questa protesta e’ stata organizzata dal governo iraniano e un gran numero di Basijis e dipendenti del governo stanno per essere organizzati per prendere parte a questa protesta. I manifestanti protesteranno per la morte di una donna egiziana in Germania per mano di un cittadino tedesco ultra-nazionalista.

    7. Il contestato presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha oggi invitato le Nazioni Unite ad imporre sanzioni alla Germania. Egli ha detto che il Governo tedesco dovrebbe essere punito per la morte della donna egiziana uccisa pochi giorni fa.

    Ironicamente Reja News, uno dei media di proprietà del governo iraniano, ha dichiarato ieri che l'Ayatollah Montazeri non è mentalmente stabile. Il figlio di Montazeri ha rilasciato oggi una dichiarazione in cui nega con veemenza quell’illazione. Ieri l'Ayatollah Montazeri aveva emesso una Fatwa affermante che l’autorita’ religiosa del dittatore iraniano, l'ayatollah Khamenei, e’ da considerarsi nulla.


    Arresti, rilasci e uccisioni

    9. Mehrdad Heydari, un reporter di spicco nel nord-est dell'Iran, e’ stato ucciso oggi a Mashhad da ignoti e in circostanze sospette. Heydari nelle scorse settimane aveva pubblicato alcuni reportage ritenuti anti-governativi. Questa e’ la seconda morte di un iraniano di spicco a Mashhad a causa delle violenze post-elettorali. Due settimane fa Hamid Maddah, un membro del partito di Mousavi, e’ morto sotto tortura a Mashad.

    10. Un'altra morte nel corso delle proteste e’ stata confermata oggi. Yaghoub Berwayeh, colpito da arma da fuoco tre settimane fa, e’ morto in ospedale. E’ l'ultima vittima in ordine di tempo. La conferma della sua morte arriva solo ora perche’ gli agenti del governo avevano minacciato la sua famiglia che se ne avessero parlato alla stampa o se avessero tenuto una commemorazione funebre di massa, il suo corpo non gli sarebbe stato restituito. Egli è già stato sepolto senza che la voce si spargesse.

    11. Oggi il corpo di Sohrab A'rabi e’ stato tumulato nel cimitero Beheshte Zahra a Teheran. Vi è stato un raduno di massa di centinaia di persone durante l'evento. Il governo aveva avvertito la famiglia che, se i partecipanti avessero scandito slogan anti-governativi, sarebbero stati arrestati. La madre di Sohrab, un membro del gruppo delle “Madri in lutto”, ha dichiarato oggi che e’ stata ingannata dalle autorita’ che le avevano fatto credere che suo figlio fosse ancora in stato di detenzione, mentre lui era morto da settimane. Essa ha inoltre affermato che le intimidazioni del governo non riusciranno a farla tacere.

    12. Il Dottor. Mahdi Botorabi, blogger iraniano e sostenitore di Khatami, e’ stato arrestato oggi. Mohsen Hajjarian, il figlio di Saeed Hajjarian, e’ stato rilasciato oggi. Era stato arrestato ieri, ma dopo alcune ore di interrogatorio e’ stato rilasciato.

    13. Notizie dal carcere di Evin affermano che molti prigionieri politici sono detenuti nelle celle insieme a criminali incalliti. I prigionieri sono lasciati in uno stato di denutrizione e continuamente torturati. Alcuni detenuti non ricevono cibo da giorni, mentre altri ricevono solo un piccolo pasto al di’.

    14. Il governo ha iniziato a restituire i corpi dei manifestanti morti alle famiglie. Alcune notizie affermano che l’Ufficio del Procuratore Generale dell’Iran starebbe minacciando le famiglie intimando loro di non parlare alla stampa, altrimenti non riceveranno piu’ alcuna notizia circa i loro cari imprigionati ne’ vedranno restituiti i corpi di quelli uccisi nelle proteste. Il governo ha inoltre annunciato che domani 14 persone appartenenti al Gruppo Jondullah, operante nella provincia di Sistan o Baluchistan, saranno impiccati pubblicamente nella citta’ di Zahedan nella stessa provincia. Gli uomini sono stati condannati per un attentato nel sud-est dell'Iran costato la vita ad almeno 22 civili nel 2006.

    15. Mohsen Namjo e’ stato condannato oggi a cinque anni di reclusione per insulti ai versetti coranici. Namjo avrebbe utilizzato i versetti coranici nei testi di alcune canzoni registrate. Vale la pena ricordare che si trattava di ‘musica leggera’.

    16. In un messaggio inviato per la Mecca, l'Ayatollah Mousavi-Ardabeli ha chiesto al popolo di continuare a protestare in modo pacifico. Egli ha inoltre condannato le violenze durante le proteste e ha chiesto ai membri delle forze di sicurezza di trattare i manifestanti con gentilezza e non con la forza. In una dichiarazione separata, il Grande Ayatollah Sanei ha invitato i manifestanti a continuare la loro protesta, considerato che e’ loro diritto protestare contro elezioni della cui legittimita’ dubitano.

    Media

    17. Il giornale Javan ha scritto oggi che Saeed Hajjarian preferirebbe restare in carcere perche’ le cure mediche che riceve sono superiori a quelle che riceverebbe all'esterno del carcere. Il giornale Hamshahri ha licenziato molti dei suoi collaboratori per simpatie con la causa dei manifestanti che protestano.

Share This Page

Customize Theme Colors

Close

Choose a color via Color picker or click the predefined style names!

Primary Color :

Secondary Color :
Predefined Skins